La consulenza che offriamo in ambito nutraceutico comprende:
-Notifica del Prodotto Nutraceutico (Integratore Alimentare, Prodotto Dietetico etc.) presso Ministero della Salute;
- La redazione della valutazione di sicurezza e di proprietà dei supplementi alimentari su base bibliografica per ogni prodotto, che viene redatta in conformità alla linea guida "Guidance On Submissions For Safety Evaluation Of Sources Of Nutrients Or Of Other Ingredients Proposed For Use In The Manufacture Of Foods" con finalità di attestare:
* la sicurezza di prodotti e/o ingredienti alimentari con storia di pregresso consumo significativo in ambito UE;
* effetti già riconosciuti ed elencati nel registro comunitario dei claims sulla salute, ai sensi del regolamento (CE) 1924/2006.
Viene sempre effettuata una ricerca critica della letteratura di pertinenza ed un'attenta analisi e valutazione della stessa, essenziale per non dover portare il Cliente ad eseguire studi di Safety (con conseguente rispermio di tempo e denaro). La realizzazione del Report è curata da Medico Specialista di Area Clinica, con esperienza di settore sia in ambito di ricerca che soprattutto di consolidata pratica clinica.
- Supporto tecnico circa la regolarità dell'etichettatura, della composizione e dei claim per suplementi
- Supporto per la presentazione delle domande di autorizzazione delle officine di produzione.

Consulenza Nutraceutica


Letteralmente nutraceutica è la crasi tra nutrienti e farmaceutica. È un campo che si è sviluppato da poco, dal 2004-2005 circa. Per nutraceutici si intende un insieme di sostanze di origine naturale che hanno in sé componenti con definita e chiara attività farmacologica. Non possiamo e non dobbiamo considerarli farmaci, ma alimenti funzionali che possono prevenire o contribuire a curare soprattutto patologie dismetaboliche, concorrendo alla prevenzione dei danni d'organo indotti da queste patologie, ma con possibilità di intervento anche in altri ambiti, quali per esempio il benessere osteoarticolare. Lo sviluppo della nutraceutica si spiega come risposta ad una nuova domanda di salute. Sappiamo, infatti, che con il progresso della Medicina diagnostica e con la disponibilità di farmaci efficaci nel curare la sintomatologia di molte patologie è cresciuto il numero di persone sane, ovvero di persone senza patologie o con una sintomatologia della patologia perfettamente controllata con i farmaci. In un brevissimo spazio di tempo, si è assistito ad una estensione degli anni di vita vissuti. La medicina è riuscita ad aggiungere "anni alla vita" ed ora la società chiede di aggiungere "vita agli anni": tutto ciò che può mantenere uno stato psicofisico e fisiologico adeguato diventa un bisogno primario della popolazione.

Il Mercato degli Integratori Alimentari


Secondo i dati di una ricerca Nielsen promossa da Federsalus, Associazione nazionale prodotti salutistici, all'inizio del 2012 il volume di vendita degli integratori nel nostro Paese è stato pari a 137,5 milioni di confezioni (+7,8% rispetto al 2011), per un giro d'affari cresciuto dell'11% circa (+10,9%), a quasi 1,9 miliardi di euro (1.864 milioni). Dati assolutamente positivi che evidenziano una sempre maggiore consapevolezza dell'importanza della prevenzione da parte degli italiani. Prevenire l'insorgere di patologie mediante l'adozione di un corretto stile di vita: alimentazione, attivitè fisica, integrazione. Le previsioni per fine 2013 parlano di un valore di mercato per gli integratori alimentari di 22 miliardi di euro a livello mondiale.
(Adnkronos Salute)
Dati decisamente in controtendenza rispetto alla condizione economica globale, e quindi un mercato ricco di opportunità per oculati investitori.

La Normativa relativa agli integratori alimentari in Italia


In Italia il Ministero della Salute cataloga diverse categorie di Nutraceutici: Alimenti Addizionati, Formule per Lattanti, Novel Food, Integratori Alimentari, Prodotti Dietetici. L'immissione in commercio di un prodotto appartenente ad una di queste categorie è subordinata alla procedura di notifica al Ministero, che ne valuta la conformità alla normativa vigente al fine di garantire la sicurezza dei prodotti e la corretta informazione ai consumatori. Nel caso degli Integratori Alimentari la notifica va fatta, singolarmente per ogni integratore presso Ministero della Salute. Il Ministero valuta la notifica e al termine della valutazione positiva inserisce il prodotto nel Registro degli integratori alimentari presente sul sito istituzionale del Ministero. In caso di rilievi, il Ministero informerà l'azienda notificante, che ha 30 giorni per adeguarsi a quanto richiesto attraverso l'invio di risposta scritta, contenente le informazioni indicate nel modulo risposta rilievi notifica nuovi integratori da inviare con le stesse modalità della notifica. Per i prodotti provenienti da Paesi terzi l'immissione in commercio è consentita solo alla scadenza dei novanta giorni dal ricevimento dell'etichetta, in assenza di osservazioni da parte del Ministero della salute. Il Ministero della salute, ove ne ravvisi l'esigenza, può chiedere documentazione a supporto della sicurezza d'uso del prodotto o degli effetti ad esso attribuiti, considerato l'insieme dei suoi costituenti, nonché qualunque altra informazione o dato ritenuto necessario per una adeguata valutazione.

Fonte: Ministero della Salute